Dentro alla grotta di rio Martino (foto © Cristian Mustazzu): otto persone di spalle con abbigliamento da escursione in grotta e casco guardano la cascata che si trova al fondo della grotta di rio Martino, a Crissolo.
Dentro alla grotta di rio Martino (foto © Cristian Mustazzu)

La grotta del rio Martino di Crissolo è aperta ai visitatori

La Grotta del Rio Martino di Crissolo è aperta ai visitatori per la stagione estiva 2021.
Gli accessi sono limitati, su prenotazione e prevedono la presenza di un accompagnatore naturalistico qualificato al quale sono affidati il controllo e la sicurezza dei visitatori e che potrà fornire nel contempo informazioni e alcune istruzioni circa le precauzioni da mettere in atto durante e dopo la visita.

La partenza delle visite è fissata alle ore 9.30 e/o alle ore 14.30 dal 19 giugno al 31 ottobre 2021 tutti i sabati e le domeniche. Dal 2 luglio al 10 settembre sono in programma visite anche i mercoledì sera e i venerdì pomeriggio (su prenotazione almeno due giorni prima); nel periodo tra 9 e 22 agosto possibilità di visite tutti i giorni.

La visita guidata prevede l'avvicinamento lungo un percorso escursionistico facile di circa mezz'ora di durata. Per le particolari condizioni presenti all'interno della cavità, per la visita sono richiesti scarponcini da montagna, pantaloni lunghi, maglia in pile, giacca antipioggia, guanti impermeabili (es. da giardinaggio). Casco e pila frontale sono forniti dall'organizzazione.

La quota di partecipazione all’escursione e alla visita speleologica è di € 15 a persona, comprensivi dell’affitto di caschi da speleologia e torce frontali. La prenotazione, obbligatoria, si potrà effettuare presso l’Ufficio Turistico di Crissolo, raggiungibile al numero di telefono 371.4126266 o via mail scrivendo a proloco-crissolo@libero.it. L’accompagnamento è a cura dell’Associazione Vesulus.

Per saperne di più cliccare qui.

L'ingresso della grotta di rio Martino visto dall'interno: di fronte si scorge l'abitato della frazione Borgo di Crissolo
L'ingresso della grotta di rio Martino visto dall'interno (foto Mariangela Aloi)

Per saperne di più
La Grotta di Rio Martino sorge a 1.530 m s.l.m. sulle pendici della Rocca Grané, accessibile dal ristorante “La Spiaggia” di Crissolo o dal ponte di Riondino. Ricca di concrezioni calcaree, questa cavità ipogea si è formata per l’azione erosiva delle acque dei torrenti subglaciali raccolte in fondo ai crepacci del grande ghiacciaio che ha formato la Valle del Po. Complessivamente è lunga 3.200 m, circondata da sale, pozzi, e gallerie collegate tra di loro di difficile passaggio. Solo il ramo inferiore (lungo 530 m), che termina con la cascata del Pissai, alta oltre 40 m, è privo di grandi difficoltà ed è in parte attrezzato con passerelle che facilitano la visita anche ai visitatori meno esperti. Nella grotta è possibile incontrare numerosi invertebrati e almeno sette diverse specie di chirotteri (pipistrelli) la utilizzano per il letargo invernale: tra le varie specie di pipistrelli, la più numerosa è il Barbastello, specie tipica degli ambienti forestali maturi, con circa 200 individui ma sono state osservate anche decine di altri esemplari tra Vespertilio smarginato, Vespertilio maggiore e Pipistrellus sp.

Ultimo aggiornamento: 12/07/2021 11:00