Mappa del sito
  Ricerca nel sito 
  Notizie dal Parco

Changing climate, changing Parks - n. 2

Giornata Europea dei Parchi

Seguendo una lezione di Luca Mercalli

2^ pillola: la storia insegna? (ovvero “abbiamo la memoria corta”)
L’attitudine di molti responsabili politici a sottovalutare i problemi messi in luce dal mondo scientifico ha lasciato tracce significative nella storia. Una vicenda emblematica è quella delle peste a Milano, nel 1630. Alessandro Manzoni, trattandola nei “Promessi Sposi”, denunciava già allora, senza “mezze misure”, l’irresponsabilità dei maggiorenti dell’epoca nel sottovalutare l’allarme del “tribunale della sanità”, con riferimento al probabile contagio derivante dal passaggio di eserciti provenienti dal Nord. Risultato: la minimizzazione irrazionale del rischio fece sì che si corresse ai ripari con quaranta giorni di ritardo: troppo tardi, come la storia ci ricorda!
Ma la “politica” non ha forse la funzione di governare i processi non caratterizzati da autocontrollo da parte delle comunità umane? 
Anche la crescita illimitata, miraggio generato dalla rivoluzione industriale, necessita di un approccio critico. Se da un lato è innegabile che l’accesso alle risorse energetiche non rinnovabili, le cosiddette energie “di stock”, ha comportato la crescita in disponibilità di cibo, possibilità di cure mediche, saperi, dall’altro bisogna essere consapevoli che gli “stock” si esauriscono in tempi ragionevolmente prevedibili e che i rifiuti prodotti dalle trasformazioni non si smaterializzano. L’aggiunta di “una Germania all’anno” (l’attuale ritmo di crescita della popolazione), non può essere sottovalutata in un pianeta spremuto come un limone. Né possiamo stupirci di come tale realtà determini delle più che ovvie migrazioni.
Un autorevole, quanto ignorato monito viene in merito da un testo di importanza storica: “I limiti dello sviluppo” (1972), frutto del lavoro di un gruppo internazionale di giovani scienziati coordinati dal M.I.T. (Massachussets Institute of Technology) e promosso dal “Club di Roma”, associazione fondata dall’imprenditore piemontese Aurelio Peccei. Basato su modelli matematici, il rapporto lanciava un messaggio cristallino, di disarmante semplicità: in un mondo finito non è possibile una crescita materiale infinita. Un altro mondo, che ancor oggi pare dimostrare invece le proprie “infinite” potenzialità, quello economico, raggiunse l’obiettivo di far censurare ed emarginare il lavoro svolto dal Club di Roma.
Oggi, tuttavia, coloro che affrontano la questione sotto il profilo scientifico confermano che quelle previsioni erano maledettamente azzeccate, che risultano confermate dai monitoraggi in atto riguardo allo stato di salute del pianeta e che, a questo punto, ogni giorno perso nel correre ai ripari ha un peso molto maggiore di quello che avrebbe potuto avere cinquant’anni fa.

 (Massimo Grisoli)

Se hai perso la 1° pillola la puoi leggere qui

Foto: inaugurazione del recupero dello storico “buco di Viso”(ottobre 2014)

 

Dalla rete Cets Monviso: gli appuntamenti di maggio di Maraman

Il programma Maraman - paesaggio culturale delle Valli Maira e Grana prosegue anche a maggio grazie ai 21 musei ed esposizioni permanenti che si sono uniti in questa avventura col fine di creare una rete culturale di unione tra le due valli.
Sabato 13 maggio alle ore 21 il Museo dei vecchi mestieri di Bernezzo presenta presso il Teatro  ...   

Chiusura dello sportello forestale dopo il 2 maggio

Con la conclusione, il 30 aprile, della stagione di taglio dei boschi cedui per quote fino a 1000 m s.l.m., termina l'apertura settimanale dello sportello forestale con l'ultimo appuntamento di martedì 2 maggio.
Per i prossimi mesi i tecnici del Parco rimangono comunque a disposizione dei cittadini per fornire informazioni e consigli, previo  ...   

Changing climate, changing Parks

EUROPARC FEDERATION e Federparchi, sua articolazione italiana, ci ricordano che √® iniziato il conto alla rovescia per la celebrazione della ‚ÄúGiornata Europea dei Parchi‚ÄĚ, il 24 maggio e dintorni. Il tema della giornata √® ‚ÄúChanging climate, changing Parks‚ÄĚ: fa riflettere sul fatto che se il clima cambia, devono cambiare anche i Parchi. Parrebbe  ...   

Grotta di Rio Martino

Dal 1¬į aprile √® nuovamente accessibile la Grotta di Rio Martino di Crissolo, riserva naturale e sito di importanza comunitaria. La grotta rester√† accessibile fino a fine ottobre, poi sar√† nuovamente chiusa nel periodo invernale per non disturbare il letargo di sette specie di pipistrelli che nella grotta hanno trovato la loro dimora.
Situata ai  ...   

Laboratori con i guardiaparco al Centro Cicogne

Si rinnova anche per il 2017 la collaborazione tra il Parco del Monviso e il Centro Cicogne di Racconigi con una serie di laboratori curati dai guardiaparco che si terranno presso il centro.
Il primo appuntamento √® previsto per domenica 19 aprile, dalle ore 16, presso il Centro Cicogne e Anatidi, dove i guardiaparco accoglieranno i visitatori pi√Ļ  ...   

Riqualificazione e valorizzazione dei laghi di cava

La prima piana del Po, da Saluzzo a Torino, ha tutte le caratteristiche del resto della pianura padana, ma con una cosa in pi√Ļ, poco appariscente ma importante: riposa sul miglior giacimento di ghiaie d'Italia, il pi√Ļ ricco e soprattutto ottimo per la qualit√† produttiva. Non per caso una ventina di importanti attivit√† estrattive sono situate lungo  ...   

Carta Europea del Turismo Sostenibile - Si riparte!

Dopo il riconoscimento ufficiale consegnato a dicembre dello scorso anno a Bruxelles, i lavori della Carta Europea del Turismo Sostenibile ripartono per la realizzazione concreta del Piano di Azione. Il Forum plenario si terr√† gioved√¨ 16 marzo alle 18 presso l‚ÄôAntico Palazzo Comunale di Saluzzo e aprir√† un fitto ciclo di laboratori tra i soggetti  ...   

Scaricabile la cartina del Parco del Monviso

Dal sito www.parcomonviso.eu è possibile visualizzare e scaricare in formato pdf la cartina del nuovo Parco del Monviso relativo alle Alte Valli Po e Varaita.
E' possibile visualizzare e scaricare l'immagine in formato pdf con la cartina turistica del Parco all'indirizzo: www.parcomonviso.eu/ita/cartine.asp

Parco Naturale del Monviso. Istruzioni per l'uso

COSA √ą?
Il Parco Naturale del Monviso ed il Sito di Importanza Comunitaria (SIC) ‚ÄúGruppo del Monviso e Bosco dell‚ÄôAlev√©‚ÄĚ si estendono fra le Valli Po e Varaita, il Parco √® stato istituito con Legge Regionale 19/2015, mentre il SIC fa parte di una rete di aree tutelate dalla normativa europea, per una buona parte i loro territori  ...   

Bussola della Trasparenza Amministrazione Aperta - Art.18 L.134/2012 Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture Regione Piemonte Settore Parchi Amici di Villafranca Piemonte Europarc Mab Biosfera Al Parc Centro Cicogne


Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. Sede : via Griselda, 8 12037 Saluzzo (CN) tel.0175/46505 fax.0175/43710 - protocollo@pec.parcomonviso.eu
P.Iva : 02942350048 - C.F. 02345150045
Orario apertura al pubblico. Dal lunedì al venerdì 8.30 - 12.30

Web Design - 2006 Leonardo WEB s.r.l. - Sito realizzato con il contributo di cui alla L. 135/2001 - "Valorizzazione Turistica del fiume Po".
Informativa Privacy

Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l' utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, nè sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell'utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento
francese inglese tedesco