Mappa del sito
  Ricerca nel sito 
  Notizie dal Parco

A proposito della rievocazione della Battaglia di Staffarda

 
Quello che le cronache non dicono …
 
è, normalmente, quella parte di verità che compromette l’”audience”, facendo venir meno quel tanto di scandalistico che spesso la alimenta.
 
Si direbbe sia il caso anche del recente articolo del Corriere di Saluzzo, dal suggestivo sottotitolo “Staffarda: i pipistrelli battono i dragoni rossi”
 
Ovvero: la storica rievocazione della battaglia di Staffarda è stoppata dalla Regione Piemonte, per salvaguardare dei pipistrelli (e da qui gli scontati giudizi che possiamo immaginare).
 
Proviamo, dunque, a completare in due passaggi la comunicazione, con qualche elemento in più di conoscenza dei fatti e ad immaginare l’impatto di tale articolo, se venissero a mancare:
 
1) l’effetto “fulmine a ciel sereno”;
2) l’effetto “dagli all’untore”(nella fattispecie il famigerato “burocrate”).
 
1) Nella prima parte dell’articolo le informazioni date (e la forma dubitativa che la contraddistingue) portano a definire “inaspettato” il provvedimento con cui la Regione ha posto un vincolo di data allo svolgimento della manifestazione (non vietandolo, si badi bene)
 
Ma che cosa c’è di realmente “inaspettato” in questa vicenda?
   - Non la presenza, nel chiostro dell’abbazia, della colonia di pipistrelli, che è scrupolosamente ed efficacemente monitorata dalla Stazione Teriologica Piemontese (S.Te.P.), almeno dal 2004.
   - Non il fatto che si tratta di specie tutelate a livello internazionale: lo attestano le cautele da sempre usate per ogni tipo di intervento dall’Ordine Mauriziano, proprietario dell’abbazia, dall’Amministrazione comunale e dagli operatori turistici, impegnati a valorizzarne la presenza, suscitando interesse e coinvolgimento dei fruitori.
   - Non il regime di particolare protezione (proposto Sito di Importanza Comunitaria) di cui gode l’area, a seguito di Deliberazione della Regione Piemonte dell’aprile 2017. 
 
E di più.
 
Nel 2014 il gruppo storico aveva organizzato la manifestazione a fine estate, “correttamente”, come è scritto nel provvedimento regionale, senza generare alcun problema.
 
Nel 2016 invece, all’ “ultimo momento” la stessa associazione rendeva noto che la manifestazione si sarebbe svolta nel mese di giugno, chiedendo - su sollecitazione del Sindaco – un parere all’Ente Parco: non avendo – allora come ora – competenza autorizzativa in merito, l’Ente Parco non poté fare altro che ribadire alcune raccomandazioni e  segnalare la necessità di calendarizzare i successivi eventi, in accordo tra i soggetti interessati, per garantire la tutela dei Chirotteri.
 
Nei due anni successivi, non solo i “Boschi e colonie di chirotteri di Staffarda” sono stati proposti quale Sito di Importanza Comunitaria, come detto prima, ma il gruppo storico organizzatore non si è fatto vivo se non di nuovo a “cose fatte”, per chiedere quale sarebbe stata la procedura da seguire per la richiesta di autorizzazione della manifestazione, sempre al mese di giugno. Nella piena consapevolezza, ovviamente, che l’incidenza negativa sulla vita della colonia di pipistrelli, già evidenziata due anni prima, sarebbe emersa in maniera ancora più pressante.
 
Pare dunque esserci ben poco spazio per la sorpresa; semmai si direbbe “inaspettato” il fatto che il gruppo storico, che organizza con maestria ed efficacia eventi del genere, abbia ignorato l’invito fatto due anni prima a collaborare nell’individuazione di una soluzione alternativa a quella proposta.
 
2) Per quanto riguarda l’effetto “dagli all’untore (ovvero al burocrate)”, la tesi conclusiva dell’articolo è che la battaglia si sia giocata sulle carte: una battaglia, quindi, per sua natura impari.
 
Si tratta invece di una battaglia culturale. E nell’attesa di conoscerne il vincitore, normative democraticamente prodotte tutelano specie ed habitat.
 
Nella colonia di chirotteri il periodo “metà maggio-fine luglio” è quello in cui è previsto che anche le “mamme-pipistrello” partoriscano e svezzino i loro piccoli in “santa” pace (dove, se non nel chiostro di un’abbazia?); di conseguenza, spari, musiche, luci e gli “allegri baccani festaioli” citati nell’articolo devono essere tenuti distanti: la rievocazione – così come ideata – può essere fatta nei rimanenti mesi dell’anno, oppure lontano da lì.
 
Altro che battaglia giocata sulle carte burocratiche!
 
Certo, alla luce di queste considerazioni la vittoria dei pipistrelli sui “dragoni rossi” assume toni molto meno epici di quanto i titoli lascino immaginare; tuttavia, forse, la necessità di corretta informazione è oggi più urgente di quella di nuove “epiche”.
 
Massimo Grisoli
Direttore del Parco del Monviso

 

Pigmentando! L'artista primitivo - Domenica 22 aprile laboratorio a Martiniana Po

Domenica 22 aprile il Parco del Monviso e l'Associazione Vesulus propongono un laboratorio alla scoperta dei sassi e delle tecniche pittoriche preistoriche.
Si scopriranno le tecniche primitive di creazione dei pigmenti naturali e poi dando, libero sfogo alla fantasia, si potranno colorare sassi e pietre per creare la propria opera d’arte preistorica.
L’appuntamento è alle ore 14,30 presso il ponte di Martiniana (tra Martiniana e Revello) per poi scendere lungo il greto del fiume. Ma perché lungo il greto? Perché il laboratorio sarà anche l’occasione per conoscere meglio i sassi che si trovano lungo il fiume e che raccontano una storia millenaria: capire perché si trovano lì, quale è stato il loro percorso, perché sono tutti diversi ci aiuterà a scoprire di più sulla storia di questo territorio e della montagna che tutti conoscono, non a  caso, come il Re di Pietra.
Al termine del laboratorio, verso le 16,30, tutti i partecipanti potranno portare le loro “opere d’arte preistorica” al Museo del Piropo, dove saranno esposte nelle prossime settimane.
Il laboratorio sarà gratuito, come la visita al museo. Necessaria la prenotazione: 0175 46505 –  - 347 6916071 - didattica@parcomonviso.eu .

Saluzzo, 16 aprile 2018

 

Un Po...di acqua: strategie di gestione - gli atti del convegno

Si è tenuto a Faule, in occasione della “Festa del P0”, il Convegno organizzato da Parco del Monviso per fare il punto della situazione dei nostri fiumi e delle possibili strategie da attuare in sinergia per una loro tutela e uso sostenibile.
La necessità sempre più urgente di una gestione efficace dei corpi idrici regionali, anche in funzione  ...   

In cammino fra tradizioni e danze occitane - 12-13 maggio

Avete sentito parlare delle danze occitane ma non le avete mai provate? E allora immergetevi con noi in questa due giorni, fra un turbine di tradizioni, lingua, leggende, paesaggi, cibo, cultura e naturalmente musica e danze occitane! Un’esperienza unica!
Il 12 e 13 maggio il Parco del Monviso e l’Associazione Vesulus propongono una due giorni in  ...   

L'anello forte: donne e resistenza - Escursione in Val Varaita - 25 aprile

Il Parco del Monviso e l’Associazione Vesulus propongono, in occasione del 25 aprile, una suggestiva traversata sui sentieri percorsi infinite volte dai distaccamenti garibaldini che operavano nella bassa Val Varaita e che trovarono il sostegno di buona parte della popolazione locale, in particolare di quella femminile, come dimostra il caso di  ...   

Escursioni nel Parco - calendario primaverile

Il Parco del Monviso, in collaborazione con l'Associazione Vesulus, propone per il periodo primaverile una serie di escursioni alla conoscenza del territorio.
Nei link tra parentesi tutte le info:

- 23-24 marzo - Il trionfo del sole: due giorni ad Ostana, in Valle Po, per salutare l'equinozio di primavera all'insegna delle escursioni, dello  ...   

Non chiamiamole erbacce - Escursione - 25 aprile

Il Parco del Monviso e l’associazione Vesulus propongono un’escursione alla scoperta delle erbe spontanee. Dalla frazione Rocchetta di Sanfront, si salirà lungo un sentiero nel bosco fino alla Borgata Museo di Balma Boves. Durante il tragitto si cercheranno nel loro ambiente le piante spontanee ad uso alimentare per imparare a riconoscerle ed  ...   

Le stelle sul Mombracco - escursione - 21 aprile

Il Parco del Monviso e l’associazione Vesulus propongono un’escursione notturna alla scoperta del Mombracco, con osservazione del cielo stellato primaverile a cura degli astrofili di Archimede Space Revello.
Si partirà alle 19,30 da Località La Trappa (Barge - CN) dove sarà possibile lasciare l’auto, per affrontare un facile percorso di circa 400  ...   

Alla scoperta della magia del fiume

News dalla rete Cets Monviso

Quattro appuntamenti alla scoperta del fiume con il centro sport fluviali Free Flow Rivers Adventures in collaborazione con l'associazione Amici del Po che propongono la discesa di rafting sul fiume Po, nel tratto Cardè - Villafranca.
Le discese si svolgeranno domenica 15 aprile, sabato 12 maggio, domenica 17  ...   

Laboratori del Parco al Centro Cicogne - Si parte l'8 aprile

Si rinnova anche per il 2018 la collaborazione tra il Parco del Monviso e il Centro Cicogne di Racconigi con una serie di laboratori curati dai guardiaparco e dal personale del Parco che si terranno presso il centro.
Il primo appuntamento è previsto per domenica 8 aprile, dalle ore 16, presso il Centro Cicogne e Anatidi, dove i guardiaparco  ...   

Una trilogia fantasy nelle Valli del Monviso

Le Valli del Monviso, dopo essere state teatro di tante vicende storiche, sono diventate anche l’ambientazione di una trilogia fantasy, “Le storie di Selot” scritte da Perla Gianotti, che ha vissuto per anni tra Barge e Revello prima di trasferirsi a Villanova Mondovì.
Un piccolo marchesato, un territorio quasi del tutto montano, mantiene con  ...   

Vispo - Giovani a raccolta per la salute del Po

Acque inquinate, sponde cementificate, discariche a cielo aperto. E’ così che troppo spesso si presentano il Po e i suoi affluenti. Una grossa pattumiera piuttosto che un bene insostituibile dal punto di vista naturalistico, una risorsa ecosistemica ed economica per il nostro territorio. E’ da questa considerazione che nasce VisPO – Volunteer  ...   

I giorni dei rospi

Il Rospo non è certo uno tra gli animali più apprezzati per eleganza, appariscenza o per la grazia dei suoi movimenti. Al contrario, l’aspetto goffo, le abitudini prevalentemente notturne e la pelle rugosa, hanno contribuito a crearne un’immagine sinistra e spesso associata a miti e leggende oscure che, come al solito, nulla hanno a che vedere con  ...   

Monviso: la montagna simbolo si racconta - Guide neolitiche su percorsi di antiche globalizzazioni

Proponiamo un articolo di Sergio Beccio, pubblicato su Nòvas d'Occitània, le news del portale Chambra d'OC, in italiano e occitano

[Italiano]
Il Monviso è una montagna simbolo, un riferimento senza tempo, visibile da ogni luogo del territorio piemontese, e non solo; probabilmente creduto una divinità per questo suo innalzarsi verso il cielo,  ...   

Il Cembro dell'Alevè nell'elenco degli alberi monumentali d'Italia

Dopo essere stato inserito, su proposta del Parco del Monviso, nell’elenco regionale degli alberi monumentali, con Decreto del Capo Dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale, il Cembro dell’Alevè è entrato a far parte anche del primo elenco degli alberi monumentali d’Italia.
Il pino cembro, individuato dai  ...   

BambApp - Un social network per monitorare la diffusione dei Bamboo in Piemonte e Val d’Aosta

Tutti possono partecipare. Questa la grande novità di BambApp, un progetto avviato dal DISAFA (Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università di Torino) e finalizzato al monitoraggio della diffusione e invasività dei Bamboo* sul nostro territorio.
Per partecipare basta scaricare e installare sul proprio smartphone  ...   

Proposte didattiche 2017-2018

Sono state presentate a Cuneo il 20 settembre le proposte di educazione ambientale del Parco del Monviso per l'anno scolastico 2017/2018: numerose proposte che hanno l’obiettivo di creare, a partire dai più piccoli, un atteggiamento più sostenibile e consapevole rispetto alle tematiche ambientali, attraverso attività di conoscenza e scoperta sul  ...   

Chiusura Buco di Viso autunno 2017

Giovedì 12 ottobre la Regione Piemonte, con le squadre degli operai forestali, provvederà alla chiusura dell’accesso al Buco di Viso per il periodo invernale. La chiusura si rende necessaria per evitare che la neve si accumuli nel tunnel, ostruendo il passaggio e recando danni alla struttura che potrebbero ritardare la riapertura nella prossima  ...   

Parco Naturale del Monviso. Istruzioni per l'uso

COSA È?
Il Parco Naturale del Monviso ed il Sito di Importanza Comunitaria (SIC) “Gruppo del Monviso e Bosco dell’Alevé” si estendono fra le Valli Po e Varaita, il Parco è stato istituito con Legge Regionale 19/2015, mentre il SIC fa parte di una rete di aree tutelate dalla normativa europea, per una buona parte i loro territori  ...   

Musei del Parco - chiusi a Pasqua, aperti a Pasquetta

Ha riaperto domenica 4 marzo per il Museo del Piropo di Martiniana Po, sarà possibile visitare tutte le domeniche dalle 14,30 alle 18,30.
Il Museo del Po di Revello mantiene invece l'apertura tutte le domeniche con il consueto orario (14,30-16,30)
L'ingresso, come sempre, è gratuito.
Ancora chiusi, fino all'estate, i due Centri Visita  ...   

Scaricabile la cartina del Parco del Monviso

Dal sito www.parcomonviso.eu è possibile visualizzare e scaricare in formato pdf la cartina del nuovo Parco del Monviso relativo alle Alte Valli Po e Varaita.
E' possibile visualizzare e scaricare l'immagine in formato pdf con la cartina turistica del Parco all'indirizzo: www.parcomonviso.eu/ita/cartine.asp

Bussola della Trasparenza Amministrazione Aperta - Art.18 L.134/2012 Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture Regione Piemonte Settore Parchi Amici di Villafranca Piemonte Europarc Mab Biosfera Al Parc Centro Cicogne


Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. Sede : via Griselda, 8 12037 Saluzzo (CN) tel.0175/46505 fax.0175/43710 - protocollo@pec.parcomonviso.eu
P.Iva : 02942350048 - C.F. 02345150045
Orario apertura al pubblico. Dal lunedì al venerdì 8.30 - 12.30

Web Design - 2006 Leonardo WEB s.r.l. - Sito realizzato con il contributo di cui alla L. 135/2001 - "Valorizzazione Turistica del fiume Po".
Informativa Privacy

Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l' utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, nè sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell'utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento
francese inglese tedesco