29 - I Paladini del Queyras

La #29emozione ci viene offerta da un libro storico che interessa la regione "cugina" del Queyras, subito dietro il Colle dell'Agnello. Terra che per il Parco del Monviso vuol dire oltre vent'anni di attività congiunta con il Parco Naturale Regionale omonimo e, dal 2013, un territorio certificato dall'UNESCO come area di eccellenza.

Il romanzo è ambientato nel castello di Chateau-Queyras, che si trova nel territorio della Riserva della Biosfera transfrontaliera del Monviso, ed è un libro ricco di storia che cala il lettore in un’epoca di transizione e gliene esplicita i meccanismi trainanti.
Si tratta de I Paladini del Queyras di Davide Rabbia, uscito per Fusta Editore che, pochi mesi fa, ne ha pubblicato la seconda edizione cartacea (e la prima digitale).
Una lettura che vi consigliamo in questo periodo, per poi andare a visitare Chateau-Queyras (che è pure un monumento iscritto nella lista dei beni Patrimonio dell'Umanità, sempre per l'UNESCO) quando il colle dell’Agnello sarà stato riaperto e, soprattutto, l’emergenza coronavirus superata.

L'Editore Fusta Editore

La storia
Anno 1587, sui versanti italiani e francesi delle Alpi Occidentali infuriano guerre e lotte di potere. Il credo religioso è discriminante: essere cattolici o protestanti può far la differenza tra vivere e morire. Ma c’è anche altro. L’arte dell’intrigo e del complotto di Corte è decisiva quanto la perizia militare di eserciti e luogotenenti: quanto la mano di Dio.
Il castellano di Chateau-Queyras, assediato dal duca di Lesdiguiéres, affida la bella e giovane figlia Helene alla protezione di una famiglia amica: sa che la battaglia che si sta combattendo per la presa del suo maniero avrà esito infausto. Il coraggio è tanto. I mezzi pochi.
Helene riesce così a fuggire prima che il Lesdiguiéres prenda la vita di suo padre, e il castello stesso. Atterrita, sola ormai al mondo, la poveretta decide di ritirarsi in convento. A nulla vale l’amore ricambiato di Cristoph, un giovane che insieme all’amico Alessandro ha lasciato Milano per un viaggio “di piacere”, e che s’è invece imbattuto nelle maglie buie della guerra.
Cristoph e Helene s’innamorano, ma ciò non impedirà che la bella cada vittima di intrighi le cui fila sono tenute proprio dal duca di Lesdiguiéres, bramoso di vendicarsi su di lei dell’antica inimicizia che lo contrapponeva all’anziano Guillerme, padre di Helene stessa.
La corruzione e la doppiezza si celano ovunque, anche tra le austere celle conventuali della Sacra di San Michele, dove la ragazza spera invano di ritrovare la pace perduta.
Saranno sentimenti puri come il coraggio, l’onore, l’amicizia e non ultimo l’amore del fedele Cristoph a risollevare le sorti della protagonista, e a stabilire un nuovo equilibrio di giustizia a partire dalle rovine di un tempo definitivamente concluso.
Un romanzo ricco di storia, I Paladini del Queyras, che cala il lettore in un’epoca di transizione e gliene esplicita i meccanismi trainanti; una narrazione che trascina chiunque nel cuore di un labirinto sotterraneo e nella leggenda che lo abita.

Ultimo aggiornamento: 12/04/2020 18:14
Visite