Il Parco del Monviso cerca un istruttore amministrativo

L’Ente di gestione delle Aree protette del Monviso ha indetto un bando di concorso pubblico per titoli ed esami, per l’assunzione di tre istruttori amministrativi a tempo pieno e indeterminato (categoria C, posizione economica C1), di cui uno presso l’Ente stesso, uno presso l’Ente di Gestione delle Aree Protette dell’Appennino Piemontese e uno presso l’Ente di Gestione delle Aree Protette dell’Ossola.
Le domande di partecipazione dovranno essere presentate attraverso una procedura telematica di iscrizione, disponibile sul sito internet dell’Ente di gestione delle aree protette del Monviso all’indirizzo https://www.schemaprogetti.it/php/iscrizioni/index.php?ente=apmonv entro 30 giorni dalla data di pubblicazione per estratto del Bando sulla Gazzetta Ufficiale (GURI) – 4° Serie Speciale - Concorsi: il termine ultimo per le iscrizioni è fissato a giovedì 14/01/2021 alle ore 23.59; la data di scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione sarà riportata sul sito internet dell’Ente, www.parcomonviso.eu, all’Albo pretorio on-line, sottosezione “Avvisi”. Non saranno prese in considerazione le domande presentate direttamente a mano, spedite, anche a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento o trasmesse tramite PEC. La partecipazione al concorso è soggetta al versamento di un contributo di partecipazione di € 10,00 da eseguirsi sul conto corrente della Tesoreria dell’Ente.

Ulteriori informazioni, il testo completo del bando e gli allegati sono pubblicati sul sito web del Parco del Monviso.

Il concorso prevede due prove scritte e un colloquio orale. La prima prova scritta potrà consistere, a discrezione della Commissione, nella stesura di un tema, di una relazione, di uno o più quesiti a risposta sintetica o di domande a risposta chiusa su scelta multipla in relazione alle materie d’esame. Tali modalità potranno anche essere presenti contemporaneamente nella medesima prova. La seconda prova scritta sarà la redazione di un elaborato di natura teorica/pratica per la verifica del possesso delle competenze relative al posto messo a concorso.
La prova orale, individuale, verterà sui temi d’esame e sarà inoltre effettuato l’accertamento della conoscenza delle applicazioni informatiche più diffuse (Word, Excel, gestione di posta elettronica e Web) nonché della lingua inglese.

Per essere ammessi a partecipare al concorso è necessario essere in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado, valido per l’iscrizione all’università, conseguito in istituti statali o legalmente riconosciuti. Per i candidati in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, l’assunzione sarà subordinata al rilascio, da parte delle autorità competenti, del provvedimento di equivalenza del titolo di studio posseduto; avere cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o status equiparato a norma di legge, godere dei diritti civili e politici; avere età non inferiore ad anni 18 e non superiore a quella prevista dalle norme vigenti per il collocamento a riposo; essere in possesso della patente di guida di categoria B; non aver riportato condanne penali che possono determinare l’estinzione del rapporto di lavoro dei dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni; avere idoneità psico-fisica a svolgere l’impiego (L’Ente si riserva il diritto di sottoporre a visita medica preventiva i vincitori del concorso in base alla normativa vigente); non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento; non essere stati dichiarati decaduti da un impiego stabile ai sensi dell’art. 127, 1° comma, lettera d) del DPR 3/1957, per aver prodotto, al fine di conseguire l’impiego, documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile; avere assolto gli obblighi imposti dalla legge sul reclutamento militare (per i candidati di sesso maschile nati entro l’anno 1985); conoscere l’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e conoscenza della lingua inglese. La padronanza di tali materie sarà accertata nella prova orale.
Tutti i requisiti per ottenere l’ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal bando di concorso per la presentazione delle domande di ammissione ed essere altresì sussistenti al momento della stipula del contratto di lavoro. Il difetto dei requisiti prescritti, accertato nel corso della selezione, comporta l’esclusione dalla selezione stessa e costituisce causa di risoluzione del rapporto di lavoro, ove già instaurato.

I candidati risultati in regola con quanto indicato saranno ammessi alla selezione con riserva di verifica dell’effettivo possesso dei requisiti richiesti, che sarà effettuata in ogni caso prima dell’assunzione in servizio, attraverso acquisizione d’ufficio dei relativi documenti. Qualora il numero dei candidati sia superiore a 30 unità, l’Ente potrà sottoporre i candidati ad una preselezione. La domanda di iscrizione, unitamente alla ricevuta del versamento del contributo di partecipazione al concorso e all’eventuale documentazione allegata ai sensi della legge n. 114/2014, dovranno essere stampate e conservate con cura per essere obbligatoriamente consegnate (pena esclusione) il giorno fissato per l’eventuale preselezione oppure, qualora non fosse necessaria la preselezione, il giorno fissato per la prova scritta.

Ultimo aggiornamento: 12/01/2021 09:29