Revocato lo stato di massima pericolosità per gli incendi boschivi

E’ revocato da mercoledì 11 marzo lo stato di massima pericolosità per gli incendi boschivi su tutto il territorio regionale del Piemonte.
Lo ha stabilito il settore “Opere pubbliche, difesa del suolo, protezione civile, trasporti e logistica” della Regione, dopo aver valutato il quadro che “emerge dalla situazione meteorologica in atto e prevista dai prodotti del Centro Funzionale Arpa Piemonte”.
Ricordiamo che, sulla base della specifica legge regionale del 2018, è sempre in vigore il divieto di abbruciamento di materiale vegetale, derivante dalle normali attività agricole e selvicolturali, su tutto il territorio della Regione Piemonte dal 1 novembre al 31 marzo dell’anno successivo.
Nel mese di febbraio 2020 la Regione ha apportato una modifica alla normativa prevedendo una deroga di trenta giorni, anche non continuativi, per i Comuni montani e di quindici giorni, anche non continuativi, per le aree di pianura. Ricordiamo che le deroghe sono concesse dai sindaci, con ordinanza ad hoc, e che è obbligatorio attenersi scrupolosamente alle stesse.

Immagine di testata: Corpo AIB Piemonte

Ultimo aggiornamento: 10/03/2020 11:53