Progetti Internazionali
 
     

PROGETTI IN CORSO

Progetto Interreg "Escartons"

Era il 1343 quando il Delfino Umberto II firmò la “Grande Charte” che riconobbe ad alcune comunità delle Alpi occidentali il diritto ad autogovernarsi. Vennero così a costituirsi gli “Escartons”, una sorta di Stato democratico federale che sopravvisse per circa 400 anni. Questo progetto che vede la partecipazione del Parco del Po Cuneese oltre a quella dei Parchi Naturali piemontesi della Val Troncea, dell’Orsiera-Rocciavré, del Gran Bosco di Salbertrand ed del Parco Naturale francese del Queyras si propone di riscoprire la storia degli "Escartons". Avviato nel 2006 e di durata biennale il progetto ha lo scopo di promuovere una nuova proposta turistica transfrontaliera, attraverso la realizzazione di una rete informatica comune per le informazioni turistiche, la creazione di cinque centri di accoglienza ed informazione sul territorio degli “Escartons” e la realizzazione di brochure, pubblicazioni e di un DVD multimediale.

 

 

SPAZIO ESCARTONS
Casteldelfino

Il Parco del Po Cuneese, nell’ambito del progetto europeo Interreg III A – “Le origini di una identità transfrontaliera: un itinerario turistico alla scoperta della storia di un popolo ”, ha aperto dal 1 giugno 2007, un nuovo Ufficio Turistico a Casteldelfino, dedicato agli “Escartons”.
Il nuovo “Spazio Escartons” si propone di riscoprire il patrimonio culturale degli Escartons e fornirà informazioni turistiche e sulle attività che si svolgeranno nell’Alta Valle Varaita, a Bellino, Pontechianale e Casteldelfino. Esso fa parte di un circuito di punti informativi dedicati ai territori degli Escartons ed assumerà anche l’importante funzione di centro di documentazione e punto d’incontro fra le Associazioni che si occupano dello studio e della divulgazione della cultura locale. Lo “Spazio Escartons” si trova a Casteldelfino in via Roma nei pressi della Chiesa Parrocchiale e non distante dal Centro Visita del Parco del Po Cuneese dedicato al vicino Bosco dell’Alevé. A breve sarà inoltre pubblicato un sito web dedicato all’intero progetto Interreg che, coordinato dal Parco Naturale Val Troncea, ha visto la partecipazione di alcuni Parchi piemontesi e del Parc Regional du Queyras in Francia.
Per ottenere maggiori informazioni è possibile contattare lo “Spazio Escartons” al numero 0175/95.369 oppure scrivere all’indirizzo e-mail casteldelfino@parcodelpocn.it oppure accedere alla sezione dedicata al centro visita

 

 

 

 
 
 


PROGETTI REALIZZATI
 
Progetto Interreg "Monviso"
Questo progetto ha visto la cooperazione del Parco del Po Cuneese, del Parco Naturale Val Troncea, del Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand, del Parco Naturale Orsiera Rocciavré e del Parco Naturale francese del Queyras. Iniziato nel 2004 e terminato nel 2006 il progetto ha visto la realizzazione di diverse tipologie di interventi ed attività: seguito ed animazione della rete, dotazione di nuove tecnologie informatiche, formazione, studi e ricerche, sensibilizzazione, comunicazione.

STUDI REALIZZATI
Maggiori dettagli sui progetti nella sezione "Studi e ricerche"
 
 
 
Annali del Massiccio del Monviso
 
I cinque Parchi coinvolti nel progetto Interreg hanno potuto condividere un grande bagaglio di conoscenze che permetteranno, tra l’altro, la realizzazione di una serie di annali, riguardanti aspetti naturalistici ed antropologici dell’intero territorio del Massiccio del Monviso.
Il primo volume, edito nell’estate 2006, presenta la storia della scalata al Monviso, dai primi tentativi attuati nel XVII secolo alla conquista della vetta nel 1861, sull’onda della quale, alcuni anni più tardi, nacque il Club Alpino Italiano. Vengono poi presentati studi sugli invertebrati acquatici dell’alta Valle Po e sulla geologia delle Alpi Cozie. Un capitolo dell’annale è dedicato ai siti, presenti attorno al Massiccio del Monviso, della Rete europea “Natura 2000” nata per la tutela degli ambienti naturali. Completa il volume un articolo su aspetti demografici e sociologici del territorio francese di “Biosphère”, da Briançon a Vars.
La pubblicazione degli Annali scientifici del Massiccio del Monviso proseguirà nei prossimi anni anche oltre il termine del progetto Interreg.
 
INDICE DEL VOLUME I
  • Michel Raspaud
    Une brève histoire du Monviso (3841 m) jusqu’à ses premières ascensions; pag. 8
  • Anna Gaggino
    Guillaume Plagnol

    Rete Natura 2000 sul territorio del massicio del Monviso; pag. 20
  • Stefano Fenoglio
    Monitoraggio ambientale e comunità a macroinvertebrati bentonici in Alta Valle Po; pag. 90
  • Marie-Annick Bras
    Le Projet de Territoire de Biosphère du Mont Viso; pag. 100
  • Riccardo Polino
    Gianfranco Fioraso

    Le Alpi Cozie: un frammento di storia della catena alpina; pag. 137
  • INDICE DEL VOLUME II

    • Monica Berton
      Gli Escartons, realtà storica di un territorio transfrontaliero

    • Domenique Oberti, François Chambaud, Bernard Didier
      Contribution à une typologie des prairies de fauche naturelle traditionelles du Parc Naturel Régional du Queyras

    • Pier Giorgio Terzuolo, Alessandro Cenavesio, Daniele Castagneri
      Studio sugli spazi boschivi a carattere subnaturale dell'area del Monviso

    • René Siestrunck
      Guerre de montagne, réquisitions et pillage

    • Laura Castagneri, Elisa Ramassa, Jacques Vallet
      Parc d'hier, d'aujourd'hui et de demain

    VOLUMI SCARICABILI IN FORMATO PDF

    Annali I pagg 1-19
    Annali I pagg 20-82
    Annali I pagg 83-120
    Annali I pagg 121-162
    Annali II pagg 1-18
    Annali II pagg 19-40
    Annali II pagg 41-66
    Annali II pagg 67-99
    Annali II pagg 100-116

       
     

     

     
       

     

     

    Progetto Interreg "Aqua"


    Il progetto ha coinvolto 8 enti di gestione di aree protette: Parco del Po Cuneese, Parco dei Laghi di Avigliana, Parco Alpi Marittime, Parco Val Troncea, Parco Orsiera-Rocciavré, Parco del Po Torinese, Parco Gran Bosco di Salbertrand, Parchi e Riserve del Cuneese. Esso ha previsto l’attivazione di strategie comuni, azioni e interventi finalizzati alla messa in rete dei soggetti coinvolti nella pianificazione, gestione e utilizzo delle acque e azioni in favore del mantenimento della biodiversità. Maggiori informazioni sul sito www.interreg3aaqua.com

    STUDI REALIZZATI
    Maggiori dettagli sui progetti nella sezione "Studi e ricerche"
     
     

    Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. Sede : via Griselda, 8 12037 Saluzzo (CN) tel.0175/46505 fax.0175/43710 - protocollo@pec.parcomonviso.eu
    P.Iva : 02942350048 - C.F. 02345150045
    Orario apertura al pubblico: Dal lunedì al venerdì 8.30 - 12.30

    Web Design - 2006 Leonardo WEB s.r.l. - Sito realizzato con il contributo di cui alla L. 135/2001 - "Valorizzazione Turistica del fiume Po".
    Informativa Privacy

    Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
    Continuando a navigare accetti l' utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

    Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
    Chiudi
    x
    Utilizzo dei COOKIES
    Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, nè sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
    L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell'utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
    Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

    Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
    Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

    Consulta il testo del provvedimento