MUSEI E CENTRI VISITA
 
  Museo Naturalistico del Fiume Po, Revello - LA PIANURA E IL FIUME

L'uomo si è stabilito sin dall’antichità in pianura, ha trasformato le foreste in terreni di coltura, bonificato paludi e modificato il percorso dei fiumi, lasciando ovunque tracce del suo passaggio. In un ambiente così modificato è però ancora possibile trovare tracce degli ecosistemi originali. Le grandi Farnie, ormai rarissime, ed i Carpini, costituivano il bosco detto “querco-carpineto” planiziale: un raro esempio di questo ambiente sopravvive oggi nel Parco, nei Boschi di Staffarda. Sulle sponde del fiume ritroviamo Salici, Pioppi ed Ontani: è in questa ristretta fascia che si sviluppa uno degli ecosistemi più ricchi, un corridoio in mezzo alla monotona pianura coltivata. L'azzurro Martin pescatore si tuffa nel fiume alla ricerca di piccoli pesci, il variopinto Gruccione affolla le superstiti rive terrose dove nidifica in colonie, gli Aironi cacciano dalle sponde pesci ed anfibi. Ormai rari, a causa dell’inquinamento, i Gamberi d'acqua dolce vivono sul fondo tra i sassi e le alghe. I Picchi si avvicendano sugli alberi morti alla ricerca di insetti, mentre la Civetta, il Riccio, la Volpe ed il Tasso riposano in attesa della caccia notturna. Abitante tipico del bosco di pianura è l'Upupa, con i suoi colori contrastanti ed il suo caratteristico volo "a farfalla". Imparando a conoscere la pianura scopriremo scorci inusuali e potremo apprezzare il senso di calma e tranquillità che infonde il lento fluire del fiume.
Nella foto: uno scorcio dei boschi di Staffarda (R. Ribetto).



 
 

Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. Sede : via Griselda, 8 12037 Saluzzo (CN) tel.0175/46505 fax.0175/43710 - protocollo@pec.parcomonviso.eu
P.Iva : 02942350048 - C.F. 02345150045
Orario apertura al pubblico: Dal lunedì al venerdì 8.30 - 12.30

Web Design - 2006 Leonardo WEB s.r.l. - Sito realizzato con il contributo di cui alla L. 135/2001 - "Valorizzazione Turistica del fiume Po".
Informativa Privacy

Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l' utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, nè sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell'utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento