MUSEI E CENTRI VISITA
 
  Museo Naturalistico del Fiume Po, Revello - STAMBECCO

Scomparsi un tempo dalle Alpi piemontesi, grazie a reintroduzioni dal superstite nucleo del Parco Nazionale Gran Paradiso, gli stambecchi sono ritornati ad occupare le zone piý impervie delle nostre montagne. In alta Valle Po Ť facile incontrare esemplari con strane "collane ed orecchini". Si tratta di radiocollari in grado di trasmettere la posizione e gli spostamenti dell'animale, mentre le marche auricolari servono per caratterizzare i singoli esemplari. I dati raccolti permettono di conoscere le esigenze di questa specie ad evitare future nuove estinzioni sull'arco alpino. Abile scalatore, nonostante il peso delle corna e la mole massiccia del corpo, lo Stambecco vive oltre il limite della vegetazione arborea su pareti di roccia a volte irraggiungibili. E' una specie dal carattere tranquillo, quasi indolente, ma dotata di grande agilitŗ quando combatte, corre e si arrampica su speroni rocciosi. Gli zoccoli dilatabili consentono una presa perfetta su rocce quasi verticali, la "suola" ruvida ha un'efficace presa sulle rocce mentre la punta, dura ed affilata, permette l'appoggio sulle piý strette sporgenze rocciose. Le massicce e potenti corna dei maschi servono nei combattimenti durante la stagione riproduttiva per la conquista delle femmine; la funzione difensiva Ť minima. Le corna si accrescono tutta la vita, ed Ť quindi possibile stabilire l'etŗ dell'animale esaminando gli anelli di accrescimento.
Nella foto: un giovane stambecco (R.Ribetto)



 
 

Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. Sede : via Griselda, 8 12037 Saluzzo (CN) tel.0175/46505 fax.0175/43710 - protocollo@pec.parcomonviso.eu
P.Iva : 02942350048 - C.F. 02345150045
Orario apertura al pubblico: Dal lunedì al venerdì 8.30 - 12.30

Web Design - 2006 Leonardo WEB s.r.l. - Sito realizzato con il contributo di cui alla L. 135/2001 - "Valorizzazione Turistica del fiume Po".
Informativa Privacy

Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l' utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, nè sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell'utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento