Giovani per lo sviluppo sostenibile: i risultati del primo Mab UNESCO Monviso Youth Camp

Sabato 15 settembre si è svolto, presso l’ex caserma Mario Musso di Saluzzo, l’incontro di presentazione dei risultati del primo MaB UNESCO Monviso Youth Camp, che si è tenuto in luglio in valle Varaita con la modalità dell’'outdoor education' in campeggio residenziale presso il rifugio Bagnour. Una scintilla di sviluppo locale, un’esperienza di crescita per più di venti ragazzi italiani e francesi che si sono confrontati con un tema importante e strategico come quello della consapevolezza del valore di un territorio e della scelta di viverci per contribuire a valorizzarlo e preservarlo.
I ragazzi che hanno preso parte alle attività estive hanno presentato ció che hanno elaborato durante il camp: una serie di proposte per promuovere stili di vita consapevoli e indirizzati ad uno sviluppo rispettoso dell’ambiente, da raggiungere attraverso quattro obiettivi e numerose azioni per ciascuno di essi.
Durante la mattinata si è inoltre riflettuto sul futuro e sulle opportunità della Riserva della Biosfera del Monviso, attraverso il dialogo e il confronto con gli enti e le istituzioni presenti.

Gianfranco Marengo, Presidente del Parco del Monviso: Per il Parco del Monviso il 2018 vuole essere l’anno della valorizzazione della Riserva della Biosfera transfrontaliera del Monviso, un’area estesa che chiede a tutti noi di essere attivi per il futuro prendendo spunti dal passato e nella quale è possibile, come dimostra il recente successo del Concerto di Ferragosto Monviso Unesco organizzato proprio nel cuore della riserva, organizzare eventi e manifestazioni rispettose dell’ambiente. Questo camp ci lascia il forte stimolo dell’entusiasmo dei ragazzi e una consapevolezza più diffusa dei valori e delle potenzialità di questo territorio: gli obiettivi elaborati sono importanti e impegnativi, ma non impossibili da raggiungere e noi saremo i primi ad adoperarci per raggiungerli.

Andrea Momberto, Assessore del Comune di Saluzzo: questo camp ci porta dei risultati al di sopra delle aspettative, un vero stimolo per rendere ancora più concreta l’esperienza della Riserva della Biosfera transfrontaliera del Monviso visto come territorio-laboratorio per la sostenibilità.

Giampiero Piola, Presidente del Consorzio Monviso Solidale: ottimo il risultato raggiunto tramite il camp, che dimostra come coinvolgimento e conoscenza si amplifichino se si parla con i giovani del territorio e le scuole.

Alberto Dellacroce, Fondazione Amleto Bertoni: i ragazzi che hanno partecipato al Camp hanno saputo generare idee e raccontare il territorio, la FAB è la casa dei progetto giovanili del Comune di Saluzzo e saremo lieti di ospitare altri eventi legati alla Riserva della Biosfera transfrontaliera del Monviso in futuro.

Hélène Berthier, Parco del Queyras: un grande risultato vedere giovani che approcciano, scoprono e si integrano in un discorso come quello del progetto UNESCO Man and Biosphere, ancora poco noto sui territori.

Nassire Hadjout, Presidente ACSSQ: dare spazio ai giovani e alle loro idee permette di far conoscere in concreto la Riserva della Biosfera transfrontaliera del Monviso.

GLI OBIETTIVI E LE AZIONI ELABORATI DAI RAGAZZI
Obiettivo n. 1
Portare il 50% della popolazione locale a conoscenza della Riserva della Biosfera e del tema dello sviluppo sostenibile.
Azioni relative
- Organizzare attività nelle scuole per il target 10-18 anni.
- Organizzare eventi e occasioni di formazione sul territorio della Riserva della Biosfera per i giovani dai giovani.

Obiettivo n. 2
Favorire l’impegno della popolazione a mantenere pulite le aree naturali e urbane del territorio della Riserva della Biosfera.
Azioni relative
- Organizzare gruppi di giovani volontari per la pulizia del territorio attraverso la creazione di una piattaforma web con un sistema di incentivi.
- Posizionare cartelli informativi in punti strategici (all’inizio dei sentieri) con distributori di sacchetti per la raccolta dei rifiuti.

Obiettivo n. 3
Promuovere i prodotti locali di qualità.
Azioni relative
- Organizzare eventi (Mangia & cammina) dedicati ai prodotti della Riserva della Biosfera variando ogni anno il percorso.
- Chiedere a persone del territorio con profili social di successo di 'pubblicizzare' prodotti locali.
- Prevedere nei negozi di alimentari grandi e piccoli della Riserva della Biosfera la promozione di prodotti locali ri-conoscibili attraverso un marchio.

Obiettivo n. 4
Incoraggiare i giovani a rimanere sul territorio della Riserva della Biosfera sostenendo e accompagnando le loro idee.
Azioni relative
- Organizzare eventi di incontro tra giovani che abitano nelle valli e quelli della pianura (es. cicli di conferenze, fe-stival musicali, attività sportive)
- Potenziare e promuovere l’accompagnamento delle iniziative giovanili attraverso la creazione di una sorta di incu-batore.
- Implementare un programma di corsi e occasioni di incontro con gli operatori del settore primario della Riserva della Biosfera per favorire l’occupazione dei giovani.


Per saperne di più: il MaB UNESCO Monviso Youth Camp
I giovani sono il futuro della Riserva della Biosfera transfrontaliera del Monviso e la loro voce dev’essere ascoltata su temi fondamentali come la gestione del territorio e la costruzione di un modello di sviluppo sostenibile. Questa consa-pevolezza ha portato il Parco del Monviso e i suoi partner ad organizzare il MaB UNESCO Monviso Youth Camp, un’occasione di scambio e confronto tra giovani che vogliono mettersi in gioco, diventando attori protagonisti del Programma MaB, per garantire, attraverso le loro azioni, lo sviluppo sostenibile delle proprie comunità, in linea con il piano di azione di Lima.

Il MaB UNESCO Monviso Youth Camp ha individuato diversi risultati positivi. Gli obiettivi più importanti che si sono raggiunti sono stati la sensibilizzazione dei partecipanti rispetto alle tematiche legate al programma UNESCO Man and Biosphere; il coinvolgimento diretto dei giovani nelle strategie per lo sviluppo sostenibile e l’acquisizione di una consapevolezza sulle debolezze e sulle peculiarità del territorio della Riserva della Biosfera transfrontaliera del Mon-viso.
La realizzazione del format ha dimostrato come le modalità del campeggio residenziale, l’alternanza di attività, workshop e visite siano un connubio vincente per trasmettere contenuti ai giovani, per instaurare un dialogo con uno specifico target di età e infine per incentivare e supportare l’azione dei giovani nella valorizzazione e nello sviluppo territoriale.
A partire da questa prima importante esperienza i principali elementi per un futuro sviluppo del progetto: accompa-gnare la comunità di giovani nella realizzazione degli obiettivi individuati; realizzare nuove edizioni del camp a ca-denza periodica coinvolgere e organizzare scambi con giovani di altre Riserve della Biosfera.

Il MaB UNESCO Monviso Youth Camp ha ottenuto il patrocinio dell’UNESCO e del Comune di Saluzzo e il contri-buto della Fondazione CRC, ed è un’iniziativa voluta da una rete di soggetti locali, Parco del Monviso e Fondazione Santagata per l’Economia della Cultura in collaborazione con il Consorzio Monviso Solidale, la Fondazione Amleto Bertoni ed i francesi ACSSQ e MJC, che hanno intrapreso un percorso comune inteso a creare un gruppo di lavoro stabile sulle tematiche dello sviluppo sostenibile. Le attività sono state coordinate da Approssimazioni, il progetto ope-rativo di educazione territoriale della città di Saluzzo. Il campo è stato allestito con il contributo del Comune di Ver-zuolo, che ha fornito gratuitamente le tende da campo in cui i ragazzi hanno pernottato.
Il Camp è stato inserito nel progetto ALCOTRA #COM.VISO, costituendo il primo tra i laboratori di animazione pre-visti. I beneficiari di questa esperienza sono stati soprattutto i giovani, di età compresa tra i 15 e i 18 anni, che vivono e/o studiano nella Riserva della Biosfera transfrontaliera del Monviso, ma non sono stati gli unici: il coinvolgimento di alcune realtà locali, tra cui aziende agricole, imprese e associazioni giovanili, ha permesso di diffondere i temi del Camp ad un’ampia porzione di stakeholder locali, ottenendo sensibilizzazione e maggiore consapevolezza sul territo-rio.


Invia un commento








Inserisci a fianco il codice di sicurezza :      Codice di sicurezza

Le escursioni di giugno nel Parco del Monviso

A giugno sono quattro le proposte escursionistiche del Parco del Monviso in collaborazione con l’associazione Vesulus. Si tratta di due escursioni di un giorno, inserite nel calendario degli 'Eventi Leonardiani' promossi dal Comune di Barge per celebrare il cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo Da Vinci, di un weekend nella qui

Sabato 18 maggio due Laboratori di Tecniche di lavorazione Neolitiche

Appuntamento speciale con la mostra «La Giada del Monviso» sabato 18 maggio: a partire dalle 10.30 si terranno dimostrazioni pratiche delle tecniche neolitiche di lavorazione della pietra.
I partecipanti potranno osservare ma anche provare e sperimentare le tecniche utilizzate dall'uomo neolitico per forare, incidere, levigare l

Una ricercatrice di Shangai in Parco per studi e scambi di esperienze su buone pratiche di sviluppo

Mercoledì il Parco del Monviso ha ricevuto presso la sede di Saluzzo la signora Anna-Paola Pola, una ricercatrice dell’Università Tongji di Shangai che lavora presso il Centro di Ricerca e formazione World Heritage Institute of Training and Research for the Asia and the Pacific Region.
Da più di tre anni si sta oc

Successo per il convegno e il primo weekend della mostra sulla Giada del Monviso

Pubblico da tutto esaurito per il convegno dedicato alla Pietra Verde. E' seguita l'inaugurazione della mostra «La Giada del Monviso. Dalla Montagna al centro dell’Europa di 7000 anni fa»: 'un’opportunità unica per vivere una vera e propria immersione nel mondo del Neolitico', commenta il Presidente del Parco del Monv

Inaugurato il Centro per lo Studio dei Fiumi Alpini

'Un Re di Pietra in splendida forma ha tenuto a battesimo oggi - 9 maggio - a Ostana l'inaugurazione del nuovo Centro per lo Studio dei Fiumi Alpini che, sotto l’egida del Parco del Monviso, vede la collaborazione dei tre atenei piemontesi e ha già raccolto adesioni da altre università italiane e internazionali' illustra il nost

Il CeSMAP e la Pietra Verde del Monviso

CeSMAP, Centro Studi e Museo d’Arte Preistorica,
Museo Civico di Archeologia e Antropologia di Pinerolo

Il CeSMAP di Pinerolo è stato fondato nel 1964 per proseguire gli studi archeologici nel territorio delle Alpi Occidentali e nel Pinerolese che erano iniziati fin dalla seconda metà dell'Ottocento ad oper

Corri e raccogli... KCR

Il Parco è a fianco di Roberto Cavallo nella sua Keep Clean and Run dalle sorgenti del Po di Pian del Re fino alle foci del Grande Fiume nei comuni Porto Tolle e Comacchio.
'Durante questa lunga corsa Roberto e chi lo accompagna prende e raccoglie i rifiuti che incontra. L'obiettivo è quello di sensibilizzare grandi e piccini s

Al via i Trofei MaB 2019

La Riserva della biosfera transfrontaliera del Monviso organizza la terza edizione dei Trofei MaB, un concorso per premiare iniziative locali di eco-cittadinanza innovative e creative. La Riserva della Biosfera vuole infatti incoraggiare la realizzazione di progetti che rappresentino degli esempi di buo-ne pratiche per lo sviluppo sostenibile, di i

Prolungata la chiusura della Grotta di Rio Martino

Prevista per inizio aprile, la riapertura annuale della Grotta di Rio Martino era stata posticipata fino al termine del mese per una serie di concause già comunicate in precedenza, tra le quali la presenza nella cavità ipogea di un fungo, lo Pseudogymnoascus destructans, che puó far insorgere nei pipistrelli una grave patologia

Il sottobosco

In questo periodo dell’anno iniziano a spuntare le prime foglie degli alberi e le foreste si ridestano, colorandosi di tenui o brillanti colori verdi, frutto dei primi germogli che fanno capolino tra i rami.
C’è qualcuno peró che si è dato da fare ben prima degli alberi; si tratta del popolo del sottobosco: u

Il Parco del Monviso diventa più grande

Il Consiglio Regionale ha recentemente riconosciuto oltre 10.000 ettari di nuove aree protette e l'istituzione di nuove riserve naturali in tutta la regione, attraverso una nuova modifica alla legge numero 19 del 2009 relativa ai Parchi.
Per effetto della legge, l'estensione complessiva delle aree naturali protette del Piemonte superer&agrav

Fino al 26 maggio a Ostana la Mostra ''Insecta''

Inaugurata domenica 3 marzo, l’allestimento della mostra 'Insecta XXL - Still Life' presso il Centro Lou Pourtoun di Ostana, proseguirà fino al 26 maggio 2019.
La mostra, curata dall’appassionato entomologo Sergio Rastelli, è stata realizzata dal Museo regionale di Scienze Naturali di Torino e si compone di pi&ugrav

Il Parco alla Settimana della Scienza

Da lunedì 11 a venerdì 15 marzo si tiene a Saluzzo la dodicesima edizione della 'Settimana della Scienza', iniziativa nata per diffondere tra gli studenti e i cittadini una maggiore consapevolezza e conoscenza della cultura scientifica, riscoprendo la realtà locale. L’evento è organizzato dal Comune di Saluzzo in c

Musei del Parco - orari di apertura

I musei del Parco seguono le stagioni della natura .
Con l'arrivo di marzo riapre il Museo del Piropo di Martiniana Po, dedicato alla geologia della Valle Po e al curioso minerale, il piropo appunto, che si trova, con queste caratteristiche di dimensioni e purezza, solo in questa zona. Il museo è aperto la domenica pomeriggio dalle 14

Al Parco...giochi e impari! Laboratori didattici per bambini e ragazzi

È in partenza una nuova iniziativa didattica realizzata dal Parco del Monviso in collaborazione con l'associazione di Accompagnatori Naturalistici Vesulus, già responsabile delle attività escursionistiche promosse dal Parco e alla quale è affidata la gestione dei Centri visita dell’Ente.
I destinatari di qu

Le proposte di educazione ambientale 2019

Giovedì 4 ottobre alle ore 17 il Parco del Monviso presenta, nel contesto di Villa Radicati - Belvedere a Saluzzo, le proposte di educazione ambientale in programma per l’anno scolastico 2018-19.
Come ogni anno, il Parco del Monviso si rivolge alle scuole e al territorio per presentare le tante attività organizzate in nat

Parco Naturale del Monviso. Istruzioni per l'uso

COSA È?
Il Parco Naturale del Monviso ed il Sito di Importanza Comunitaria (SIC) 'Gruppo del Monviso e Bosco dell’Alevé' si estendono fra le Valli Po e Varaita, il Parco è stato istituito con Legge Regionale 19/2015, mentre il SIC fa parte di una rete di aree tutelate dalla normativa europea, per una buona parte i

Piemonte Parchi Web Piemonte Parchi Mondi Vicini Sguardi Lontani Meteo Regione Piemonte Ostello del Po Escartons, hommes libres Visita il sito del Po in Piemonte Al Parc Centro Cicogne


Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. Sede : via Griselda, 8 12037 Saluzzo (CN) tel.0175/46505 fax.0175/43710 - protocollo@pec.parcomonviso.eu
P.Iva : 02942350048 - C.F. 02345150045
Orario apertura al pubblico. Dal lunedì al venerdì 8.30 - 12.30

Web Design - 2006 Leonardo WEB s.r.l. - Sito realizzato con il contributo di cui alla L. 135/2001 - "Valorizzazione Turistica del fiume Po".
Informativa Privacy

Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l' utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, nè sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell'utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento