Educazione ambientale

Programma di iniziative/eventi, in collaborazione con le associazioni del territorio
che cosa si sta facendo
Ogni anno il servizio di Promozione dell’Ente Parco segue e coordina 50-60 iniziative di varia natura (partecipazione a fiere, mostre, manifestazioni) che, per lo più in collaborazione con soggetti terzi ed associazioni convenzionate, costituiscono occasioni privilegiate per far conoscere le aree protette gestite e le attività dell’Ente.
quanto costa
Nel 2018 la spesa complessiva per tali iniziative si è attestata sui 25.000,00 Euro circa, escluse le due iniziative straordinarie del “Concerto di Ferragosto” e del primo “MaB Youth Forum”.
a che punto siamo
Mentre si avviavano regolarmentele le attività (escursioni e laboratori) condotte dall’associazione naturalistica convenzionata Vesulus, il Servizio Promozione ha messo a punto il calendario delle numerose iniziative previste per il 2019 Di queste, di volta in volta, sidà conto tramite le pagine del sito dedicate a “News ed eventi”.

Mostra sulla “pietra verde del Monviso” ed avvio di attività connesse con i relativi aspetti geologici, archeologici , antropologici
che cosa si sta facendo
A fronte dello straordinario patrimonio di conoscenze e di studi effettuati sulla “pietra verde del Monviso” e sull’uso che di essa fecero le comunità umane dai 7.000 ai 4.000 anni fa, l’Ente Parco intende promuovere la crescita di una cultura capace di integrare gli aspetti geologici, archeologici ed antropologici del territorio. Un primo spunto deriverà dalla riproposizione di una mostra, presentata per la prima volta cinque anni fa dal CeSMAP (Centro Studi e Museo d’Arte Preistorica di Pinerolo), arricchita da laboratori e conferenze, prima fra tutte quella di apertura, che vedrà l’intervento del prof. Pierre Petrequin, il più accreditato studioso della materia.
quanto costa
La spesa prevista per le iniziative del 2019 è di circa 20.000,00 Euro.
a che punto siamo
E’ in fase di definizione il programma definitivo delle iniziative, a partire dall’apertura della mostra, prevista per inizio maggio a Saluzzo.

Attuazione del Piano di Comunicazione predisposto nel 2018
che cosa si sta facendo
Su iniziativa del settore “Biodiversità e aree naturali” della Regione Piemonte, nel 2018 è stato predisposto un piano per la gestione d il miglioramento sistematico dell’efficacia della comunicazione, soprattutto verso l’esterno.
Esso riguarda, ovviamente, tanto la comunicazione a mezzo stampa, che quella via web, e comprende la formazione dei dipendenti.
Un particolare impegno sarà dedicato al miglioramento dell’utilizzazione dei Centri Visita.
Prevede altresì il rafforzamento dei rapporti con i referenti regionali, prima fra tutte la redazione di “Piemonte Parchi” e la valorizzazione degli apporti esterni al Servizio Promozione dell’Ente, costituiti dall’associazione incaricata delle attività di educazione ambientale, compresa gestione dei Centri Visita (Associazione naturalistica Vesulus) e dal collaboratore Davide Rossi.
quanto costa
I contratti con i soggetti sopra menzionati ammotano, rispettivamente, a €. 28.000,00/anno (costo minimo delle prestazioni dell’Associazione naturalistica Vesulus) e €. 17.000/anno, I.V.A esclusa.
a che punto siamo
Il piano di comunicazione è costantemente monitorato dal Servizio competente; un primo rapporto sull’attuazione dello stesso è previsto per il mese di giugno.

Realizzazione del progetto “Scuola cooperante: dal Monviso all’Everest”
che cosa si sta facendo
Nel 2018, l’ente Parco ha promosso un’iniziativa di collaborazione con gli istituti scolastici superiori del Saluzzese per promuovere l’educazione alla “mondialità” ed alla solidarietà, a partire da un progetto, realizzabile insieme alle associazioni di volontariato che operano in Nepal, nelle aree colpite dal terremoto del 2015. Tale progetto prevede una raccolta di fondi per contribuire alla realizzazione di una “casa-famiglia” per bambini in stato di abbandono e l’organizzazione di un “viaggio-studio” in Nepal per uno o più studenti maggiorenni delle scuole aderenti all’iniziativa.
quanto costa
L’Ente Parco contribuisce alla realizzazione del progetto, raddoppiando il contributo raccolto dalla scuola, fino ad un massimo di €. 5.000,00.
a che punto siamo
Dopo una fase iniziale di diffuso interesse da parte delle scuole coinvolte, l’unico istituto che ha confermato la propria adesione è il Liceo “Bodoni” di Saluzzo (prof. Girodengo), presso il quale è stata avviata la fase di presentazione del progetto e coinvolgimento degli studenti, con un incontro, tenutosi lo scorso 24 gennaio, a cura di “Cecy onlus” e dell’Ente Parco.

Ultimo aggiornamento: 25/05/2019 13:09